Esercito del Cumberland
et il Generale George H. Thomas

nella Guerra Civile americana


Prototipo dell'esercito moderno:  28 maggio 1861 -  24 maggio 1865
..
Quasi tutte le tecnologie che furono utililizzate durante la prima 
guerra mondiale sono state introdotte da questo esercito.
.
Archivio
Fatti
Foto
Cronologia AotC
Battaglie
Riassunto
Preferiti
..
Dedicata ai comandanti George H. Thomas, William S. Rosecrans, Don Carlos Buell e Robert Anderson. Erano propositori della "guerra mordiba", e hanno vinto la guerra 
civile americana, mentre o piuttosto perché si occupavano dei loro uomini.
Dedicata anche ai soldati semplici di tutti i tempi.
..
Sotto c'è un saggio sulle cause della guerra civile americana. Altrove ci sono in italiano dei
fatti chiave sulla vita e carriera dei 5 comandanti dell'Army of the Cumberland, 
e una cronologia dell'AotC.
.
Nuovo - Il secondo discorso inaugurale di Lincoln
..



Bob Redman – Email: redmanrt at yahoo dot com
.....
 George H. Thomas colorized
Major General George H. Thomas 1816-70
Comandante  AotC 19 ott. 1863 —

Fermo come una roccia presso Mill Springs, Murfreesboro, Hoover's Gap, Stevens' Gap, McLemore's Cove, Chickamauga, Chattanooga, la campagna dei 100 giorni, Peachtree Creek, e Nashville. Nella guerra civile non ha perso neanche un incontro.
.
Nato nel Virginia del Sud, ha lottato per il Nord. Fu mal visto da tanti, 
era per quasi tutti troppo capace - veramente un uomo del mezzo, 
dell'angolo, sia sul campo di battaglia, sia nella vita..


.
Robert Anderson
Robert Anderson 1805-71
Comdt. 28 mag. - 8 ott. 61
Ha trovato l'uomo giusto.
William T. Sherman
William T. Sherman 1820-91
Comdt. 8 ott.- 9 nov. 61
Visionario turbato
.....
Don Carlos Buell
Don Carlos Buell 1818-98
Cmdte. 9 nov. 61-29 ott. 62
Organizzatore chi ha creato la base.
William S. Rosecrans
William S. Rosecrans 1819-98
Cmdte. 30 ott. 62 - 19 ott. 63
Architetto del capolavoro Tullahoma
....

Tanti ringraziamenti a Luca Rancan, la mia "colonna" di Caldogno (VI), che mi ha corretto alcuni
testi di base, e a Luciano Marcon, autore del sito Fortificazioni del Vallo Alpino chi ha tradotto i sommari delle battaglie ed altri testi.


..
Sulle cause della guerra civile americana di Bob Redman

(vedi anche l'analisi concisa e profetica di Marx del 26 e del 27 marzo 1862)

Cari commilitoni,

Sono nato nel Nord negli Stati Uniti, vivo adesso nel Sud presso Atlanta, e ho vissuto 11 anni in Italia. In ogni conflitto bellico mi metto sulla parte dell'umanità, benché mi rendo conto che la mia simpatia per la nostra specie non è sempre meritata. Segue qui la mia analisi concisa delle cause della guerra civile americana.

1) Concernente la situazione giuridiche: Lincoln a mantenuto che gli Stati Federali avevano un contratto fra di loro, e perciò alcuni non potevano uscire dal contratto senza la concordanza di tutti. Inoltre, il governo centrale aveva investito somme enorme nel Sud (la guerra contro Messico - un proietto caro e spinto soprattutto dai sudisti che volevano aggiungere altri stati schiavisti, la bonifica delle palude in Florida, l'assunzione dei debiti statali di Texas quando è entrato nell'Unione, ecc.) Di più la Confederazione, all'inizio delle ostilità, ha subito confiscato i beni del governo centrale senza pagare. Inutile dopo per il Nord di trattare sul prezzo. Però, se c'era veramente il diritto di uscire dall'Unione, dopo il governo a Richmond, Va. non lo ha concesso a West Verginia, East Tennessee e North Alabama, quando non volevano seguire il resto del Sud. I rappresentanti di queste 3 zone hanno lottato contro la Secessione, e il Sud poteva tenersi lì solamente con l'aiuto di un'occupazione costante. Tutti i 3 stati parziali erano strategicamente importanti per il Nord e il Sud. West Virginia si inseriva fra Ohio e Pennsylvania, East Tennessee aveva sale ed altri minerali necessari per il condotto della guerra, e North Alabama si trovava nel cuore della Confederazione.

2) Per quanto riguarda le cause: Il tutto non aveva niente da fare con i famosi "states rights". Sin dall'inizio della repubblica i rappresentanti dei stati del Sud avevano dominato in tutte le sfere del governo centrale: War Department, Supreme Court, Presidency, le cariche più importanti nel Congresso ecc. Man mano però che la popolazione e l'economia del Nord crescevano, la posizione preminente del Sud diventava sempre più dubiosa. I rappresentati del Sud tentavano di tenersi, accettando i dazi doganali sui prodotti industriali importati, vuol dire in questo modo pagavano per i loro privilegi. A un certo punto, però, la forza economica del Nord era tale, che il rapporto stabilito non corrispondeva più alle realtà, e i "power broker" del Sud, cercando più senatori schiavisti, hanno cominciato la fuga in avanti, prima con l'intervento violento nel nuovo territorio di Kansas, poi con il scavare delle leggi che proibivano la schiavitù nel Nord, e finalmente con la secessione.

In poche parole, gli oligarchi disonesti del Sud lottavano contro i finanziari disonesti del Nord per il posto più vicino al trogolo a Washington.

I nordisti non sono entrati nella guerra per espressamente eliminare la schiavitù, benché i sudisti la abbiano comminciato per salvarla. Però, nel fondo loro sapevano anche i sudisti che la schiavitù era una vergogna morale, ma avevano anche paura davanti una insurrezione (giustificata ma poco probabile) dei neri. Si chiede perché quelli di South Carolina hanno cominciato? É semplice: la parte dei neri nella popolazione totale era lì più alta che altrove, infatti erano nella maggioranza. La combinazione della paura con il sapere represso che avevano torto era esplosivo. Una cosa del genere è troppo per l'orgoglio proprio della gente normale di dovunque. I "rappresentanti del popolo" hanno sfruttato questa situazione.

Peggio ancora, quasi tutti quanti, nel Nord e nel Sud, si rendevano conto che il solo contatto diretto ed anche indiretto con la "peculiar institution" corrompeva tutti quanti, ma i privilegiati più che gli schiavi.

E poi, la schiavitù era un peso economico per la nazione intera, che non si voleva più permettere. Uno schiave consuma troppo poco.

A parte tutta meccanica economica, dobbiamo considerare che tante gente di questo periodo, nel Nord e nel Sud, amavano il loro concetto dell'Unione in un modo inconcepibile per noi oggi. Tanti nel Nord erano disposto a lottare ad'oltranza per salvarla, e non pochi nel Sud hanno difeso il loro diritto di secessione con mezzo cuore. Se non fosse così, avrebbero fatto certe cose o le avrebbe fatte più presto, e non avrebbero fatto certe altre cose.

Però, si deve chiedere come mai il Sud riusciva a mobilitare quasi ¾ dei suoi uomini atti alle armi, fra di loro l'immensa maggiorità non possedeva neanche uno solo schiavo. Il cittadine nomale di quei tempi, sia nel Nord che nel Sud, menava una vita abbastanza precaria. Nel Nord però il sistema sociale permetteva una certa mobilità, mentre nel Sud l'ascesa sociale era molto più difficile grazie alle strutture sociali più rigide. Gli organi per l'istruzione pubblica erano nel Sud più limitati, e la domanda per lavoratori qualificati ci era molto ristretta, mancando l'industria. In ogni caso il cittadino al fondo della gerarchia poteva trovarsi un certo (povero) conforto nel fatto che c'era sempre qualcheduno più basso di lui - i neri. Ogni tentativo per fare sparire questa differenza protettiva era un attacco grave al suo amore proprio. Quindi i bianchi poveri tendevano a identificarsi con il ricco piantatore che li "rappresentava", schiacciava, e disprezzava tanto come i neri. Se si aggiunge a questo la reazione emozionale alla sensazione di essere attaccato dai invasori chi minacciavano di rovesciare tutto, la risposta fervente iniziale all'appello alle armi non sorprende. Si deve notare anche che l'entusiasmo dell'inizio fu sempre più difficile a mantenere man mano che la guerra proseguiva.

Alla fine la guerra è stata decisa da un oggetto alto di 2,5 cm, vuol dire la cartuccia metallica (per i primi fucili Spencer di tiro rapido) che l'industria del Sud assolutamente non era capace di produrre. Quando uno non ha i mezzi per vincere una guerra, è meglio adottare un'altra strategia. Questo ha detto chiaro e tondo Sam Houston, il fondatore e primo governatore di Texas. Alla secessione lui ha lasciato il suo carico perché i sudisti non volevano intendere le sue ammonizione e il suo pronostico preciso del esito della guerra.

Perché hanno i sudisti aperto il fuoco su Ft. Sumter? È semplice: Sapevano che gli stati di Tennessee e Virginia non li avrebbero seguito fuori dall'Unione se non avvessero mostrato una risolutezza bastante. Nella rovina si vuole compagnia.

Se Vi piace questo modo di trattare la storia della guerra civile americana, Vi piacerano di più i miei resoconti delle battaglie. Infatti mi concentro su il teatro del Ovest, vuol dire le campagne in Kentucky, Tennessee e Georgia. Non era come si legge nei libri storici tipici. Vi ringrazio per la Vostra attenzione.

Io non posso fare niente per il modo, in cui il buon Dio ci ha fatto. Non ho inventato io il mondo, lo ho solamente trovato davanti a me - Bob Redman.


.